Nella sezione "Festival e altre suggsetioni" trovate la nostra intervista a Francesco Foti, in scena domani sera al Vittorio Emanuele di Messina con "Lelè il mafioso.it", musical di Paolo Picciolo diretto da Nicola Alberto Orofino. Per vederla clickate qui.

Nella sezione del sito "Festival e altre suggestioni", l'intervista a Marco Pontecorvo, regista di "Nero a metà", la fiction Rai-Cattleya in onda il lunedì in prima serata su Rai1. Nell'intervista si parla anche di "Fatima", suo prossimo film, e del padre Gillo, maestro del cinema italiano. Per ascoltarla clickate qui.

Intorno alle 12:00 di oggi Daniele Gonciaruk sarà ospite telefonicamente su Antenna dello stretto per parlare del Piccolo Festival Shakespeariano ai microfoni di Antonella Romeo.

Da oggi nelle sale “Il padre d’Italia”, opera seconda di Fabio Mollo, dopo l’acclamato esordio “Il Sud è Niente”. Il film, scritto dal regista calabrese con Josella Porto, riporta uno spaccato del nostro Paese e dell’attuale generazione dei trentenni attraverso il viaggio (reale e metaforico) dei giovani Paolo (Luca Marinelli) e Mia (Isabella Ragonese), che da Torino si spingono fino allo Stretto di Messina, per cercare il padre del bambino che la donna porta in grembo. Nel cast anche Federica De Cola, Miriam Karlkvist, Anna Ferruzzo e Mario Sgueglia. Buona parte delle riprese si sono svolte tra Gioia Tauro, Palmi, Reggio Calabria e Messina Nord, dove la troupe ha usufruito del supporto di abitanti e istituzioni locali. Produce Bianca Film con il sostegno di MiBACT e Film Commission Torino Piemonte. Distribuisce Good Films.

Nino Frassica interpreta ‘U Barone in "Natale a Londra - Dio salvi la regina", la nuova commedia di Volfango De Biasi, nelle sale dal 14 dicembre. Dopo “Workers”, l’attore messinese vestirà nuovamente i panni di un mafioso siciliano, che gestisce un ristorante di lusso nella capitale britannica assieme ad un altro malavitoso, il romano Er Duca (Ninetto Davoli), costretto a vendere l’attività per appianare i suoi debiti con Equitalia. Ma il ristorante deve a sua volta un milione di euro ad uno strozzino conosciuto col soprannome di Robocop. Assieme al fratello Erminio (Lillo) e al Barone, Prisco (Greg), figlio del Duca, architetterà una truffa paradossale per risolvere la situazione: il rapimento dei cani della Regina d’Inghilterra. Un piano in cui coinvolgerà gli chef italiani Vanni (Paolo Ruffini) e Anita (Eleonora Giovanardi), figlia del Barone. Nel cast anche gli Arteteca, gruppo di comici visti a Made in Sud.

A pochi giorni dalla fine delle riprese, il premier Matteo Renzi ha lanciato sulla sua pagina Facebook “Mannequin Challenge”, lo spot della campagna #bastaunsì diretto da Massimo Coglitore. Un filmato dal taglio originale per veicolare un messaggio elettorale legato all’importanza del voto per il sì del referendum di domenica 4 dicembre. Alla realizzazione ha partecipato anche il regista messinese Fabio Schifilliti. Per vederlo clickate qui.

A pochi mesi da “Complimenti per la connessione”, Nino Frassica torna in tv con “La mafia uccide solo d’estate”. Nella fiction tratta dall’acclamata opera prima di Pif, l’attore interpreterà Fra Giacinto, l’ambiguo frate che sul grande schermo aveva il volto di un altro messinese d’eccezione: Ninni Bruschetta. Il personaggio è una delle eminenze grigie della serie, ambientata nella Palermo del 1979, dove la famiglia Giammarresi – formata da Lorenzo (Claudio Gioè) e Pia (Anna Foglietta) coi figli Angela (Angela Curri) e Salvatore (Eduardo Buscetta) - si renderà presto conto che la mafia esiste ed è molto più vicina di quanto si creda. Prodotta da Rai e Wildside, “La mafia uccide solo d’estate” è diretta da Luca Ribuoli e conta su un nutrito cast formato prevalentemente da attori siciliani, come Francesco Scianna, Dario Aita e Valentian D’Agostino. Presentata questa mattina al Cinema Barberini di Roma, la fiction andrà in onda su Rai1 dal 21 novembre prossimo.

Monica Dugo è nel cast de La classe degli asini, la fiction di Andrea Porporati presentata oggi a Roma. In onda su Rai1 il 14 novembre prossimo, il film tv racconta la vera storia di Mirella Antonione Casale (Vanessa Incontrada), l’insegnante torinese che, dopo essersi vista rifiutare da diversi istituti l’iscrizione della figlia disabile Flavia (Aurora Giovinazzo), si batté per l’inserimento dei bambini diversamente abili nella scuola e l’abolizione delle classi differenziali. Al suo fianco in questa battaglia, durata più di dieci anni, l’Anfass, associazione delle famiglie con bambini e adulti portatori di handicap, e il collega Felice Giuliano (Flavio Insinna), personaggio di fantasia dalla personalità rivoluzionaria. L’attrice messinese interpreta Giovanna, collega e amica della protagonista, che sarà coinvolta nelle vicende della storia e si innamorerà di Felice.

E’ in onda sulle reti Rai e sulle piattaforme online lo spot della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la promozione dell’iniziativa “18 Bonus Cultura 18” e della relativa app (“18app”), che fino al dicembre del prossimo anno permetterà ai neomaggiorenni di usufruire di 550 euro in voucher da spendere in cinema, musei, eventi e altri luoghi culturali. Dietro la macchina da presa Massimo Coglitore, che ha girato il filmato a Milazzo l’estate scorsa sviluppando la campagna realizzata dall’agenzia Flp Comunicazione srl e pianificata in spot tv da 30 e 15 secondi e uno radio da 30. Le riprese si sono svolte su iniziativa dell’Ufficio per le Attività di Informazione e Comunicazione Istituzionale del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, diretto dalla dott.ssa Alessandra De Marco.

Reduce dal successo di In guerra per amore di Pif, Stella Egitto torna al teatro nei panni di Cordelia in Re Lear. Dopo il debutto estivo, che ha toccato anche il Plautus Festival e la Versiliana, l’adattamento della celebre tragedia shakespeariana, scritto e diretto da Giancarlo Marinelli, torna in scena al Teatro Ghione di Roma, (produttore dello spettacolo) dall’1 al 20 novembre prossimi. Nel cast della commedia, oltre alla Egitto, un nutrito cast di attori, a partire da Giuseppe Pambieri nel ruolo del re di Britannia. Completano il gruppo di interpreti Andrea Zanforlin, Massimiliano Vado, Antonio Rampino,Massimiliano Vado, Giuseppe Bisogno, Francesco Maccarinelli, Mauro Racanati, Francesca Annunziata, Silvia Siravo, Claudia Campagnola e Guenda Goria. Le repliche andranno in scena dal martedì al sabato alle ore 20:00 e la domenica alle 17:00. Per informazioni chiamare i numeri 06 6372294 e 06 39670340 o inviare una mail all’indirizzo info@teatroghione.it.

È stato presentato oggi a Roma "Complimenti per la connessione", lo spin-off di "Don Matteo" che per tutta l'estate racconterà il Web al pubblico di Raiuno. Il titolo si ispira al celebre tormentone di Nino Frassica, che torna nei panni del Maresciallo Cecchini come protagonista, assieme a Simone Montedoro e Francesco Scali (il Capitano Giulio Tommasi e Pippo), di una serie di sketch - ambientati nella caserma più famosa della tv - che illustreranno con ironia tutti i segreti della Rete, da Internet agli smartphone, passando per l’eBook, le app e i social network. L’argomento di ogni puntata sarà ulteriormente sviscerato da una grafica riassuntiva, accompagnata da una voce fuori campo. I tre protagonisti hanno presentato la serie con la produttrice Matilde Bernabei, il direttore di Rai Fiction Eleonora Andreatta e il direttore di Rai Web Gian Paolo Tavaglia.

Debutterà il 9 luglio prossimo, al Forte San Salvatore di Messina, "Shakespeare Horror Story", il primo dei due spettacoli proposti quest’anno dalla Scuola Sociale di Teatro di Daniele Gonciaruk. Scritta e diretta dallo stesso regista e attore messinese, la rappresentazione celebra i quattrocento anni dalla scomparsa del grande drammaturgo inglese – che la leggenda vuole di origini messinesi - in un luogo della città che per la prima volta si fa teatro di rappresentazione artistica: il Forte San Salvatore, con la sua maestosa Madonnina. Ventiquattro scene tratte dalle opere più cruente del Bardo rivivranno in altrettanti luoghi della struttura, interpretate da trentacinque allievi della scuola, la cui età varia dai quattordici ai settantacinque anni.